Nel cambio di stagione molte persone soffrono di bruciore ed acidità di stomaco …

Il reflusso gastroesofageo è una condizione nella quale una parte del contenuto dello stomaco risale verso l’esofago. I sintomi più frequenti e tipici sono la sensazione di bruciore localizzata alla parte anteriore del torace e che talvolta può estendersi fino alla gola o al dorso ed il rigurgito del contenuto dello stomaco con sensazione di gusto amaro o acido. Questi disturbi sono più frequenti dopo i pasti e quando si sta in posizione distesa. Possono esserci anche sintomi atipici come ad esempio dolore al torace, tosse, raucedine …

Mentre nei casi più gravi è necessario ricorrere al medico e curare la patologia con farmaci specifici, per i casi più lievi e saltuari può essere sufficiente prestare attenzione all’alimentazione e seguire alcune norme comportamentali oltre all’utilizzo di prodotti naturali in grado di proteggere la mucosa dell’esofago.

 

Stile di vita

  • Ridurre il peso in eccesso
  • Sollevare il letto di circa 20 cm dalla parte della testa
  • Masticare bene i cibi prima di ingoiarli
  • Evitare il fumo e le bevande alcoliche
  • Praticare attività rilassanti e non impegnative dopo un pasto
  • Far passare almeno due ore prima di coricarsi

Alimentazione

  • Cucinare in maniera semplice riducendo i condimenti grassi, fritti, cibi difficili da digerire ed alcuni alimenti tra cui pomodoro, cipolla, menta, cioccolato, the, cibi piccanti
  • Evitare pasti molto abbondanti soprattutto la sera ma distribuire i cibi con regolarità durante il giorno

Rimedi naturali

In farmacia è possibile trovare prodotti naturali in grado di proteggere la fragile mucosa dell’esofago, contrastare l’acidità dello stomaco e quindi ridurre l’azione lesiva dei succhi gastrici refluiti nell’esofago.

Alcune piante medicinali sono molto ricche di polisaccaridi ad azione lenitiva e protettiva (gel di aloe, altea, malva) che associate a minerali ricchi di bicarbonati e carbonati consentono di creare una sorta di muco “protettivo” vegetale-minerale simile a quello prodotto dallo stomaco ed in grado di aderire alla mucosa gastrica proteggendola dai fenomeni irritativi.

Altre piante sono in grado di ridurre l’acidità gastrica e di diminuire lo stress che spesso è associato ai disturbi del tubo digerente.